Cerca nel blog

domenica 29 ottobre 2017

mercoledì 25 ottobre 2017

Briciole sui paradossi



(url: http://slideplayer.it/12/3661896/big_thumb.jpg)

Dei suoi paradossi contro il movimento il più famoso è quello detto di Achille e della tartaruga.


(url: https://s.deascuola.it/animali_costruttori/images/Achille-e-la-Tartaruga-700x210.jpg)

 Chi vincerà la gara? Il pie' veloce o la flemmatica turtle? Il primo direbbero i più, la seconda asserisce inopinatamente Zenone. E il ragionamento, per quanto arduo e sfidante il buon senso comune, sembra filare ... Ma è davvero così? Per Aristotele, si tratta di un ragionamento che ha efficacia solo teorica, non pratica. Ergo, Achilles wins, e la tartaruga perde.

Ma è davvero così? Lasciamo perdere l'esempio zenoniano, e prendiamo in considerazione la vignetta seguente:

(url: http://www.mathisintheair.org/wp/wp-content/uploads/2015/07/I-paradossi-di-ricchezza-e-povert%C3%A0.jpg)

Bene. E ora come la mettiamo?

venerdì 20 ottobre 2017

Giumenta




Ove ti sospinsero, oh Parmenide, le focose cavalle?



" Ἵπποι ταί με φέρουσιν, ὅσον τ' ἐπὶ θυμὸς ἱκάνοι,

πέμπον, ἐπεί μ' ἐς ὁδὸν βῆσαν πολύφημον ἄγουσαι
δαίμονος, ἣ κατὰ πάντ' ἄστη φέρει εἰδότα φῶτα·
τῇ φερόμην· τῇ γάρ με πολύφραστοι φέρον ἵπποι

ἅρμα τιταίνουσαι, κοῦραι δ' ὁδὸν ἡγεμόνευον.
Ἄξων δ' ἐν χνοίῃσιν ἵει σύριγγος ἀυτήν
αἰθόμενος - δοιοῖς γὰρ ἐπείγετο δινωτοῖσιν
κύκλοις ἀμφοτέρωθεν -, ὅτε σπερχοίατο πέμπειν
Ἡλιάδες κοῦραι, προλιποῦσαι δώματα Νυκτός"


"Le cavalle che mi portano fin dove il mio desiderio vuol giungere mi accompagnarono, dopo che mi ebbero condotto e mi ebbero posto sulla via che dice molte cose, che appartiene alla divinità e che porta per tutti i luoghi che l'uomo sa. Là fui portato. Infatti, là mi portarono accorte cavalle tirando il mio carro, e fanciulle indicavano la via. L'asse dei mozzi mandava un sibilo acuto, infiammandosi – in quanto era premuto da due rotanti cerchi da una parte e dall'altra –, quando affrettavano il corso nell'accompagnarmi, le fanciulle Figlie del Sole, dopo aver lasciato le case della Notte"



(url: http://www.velia.it/immagini/porta_rosa.jpg)


mercoledì 18 ottobre 2017

Preghiera



"E le mie mani innalzerò verso di te
cantandoti una preghiera finchè non hai salvato lei.
Lei mi sorride pensando che poi guarirà
ancora non sapeva amare perchè la vuoi insieme a te.

Signore mio, ascoltami se puoi
Signore mio al mondo ho solo lei
Signore mio è per amore che t'imploro
a mani giunte ti scongiuro dimmi che non sarà vero.
Signore mio!

Ma le sue mani non sento più stringersi a me
perdona se tu mi vedrai lassù tra voi insieme a lei.

Amore mio non ce l'ho fatta più
amore mio senza di te laggiù
amore mio la nostra casa è il paradiso
ritrovo adesso il tuo sorriso non devi avere più paura.
Amore mio....."

(Cugini di campagna)

lunedì 16 ottobre 2017

Video lezione su Bacone

Qui la mia videolezione su Francesco Bacone ...




Un esperimento con tanti difetti ed ottimi margini di miglioramento.

Ma o togliete al sottoscritto internet oppure gli insegnate ad usarla con profitto!
Delle due, l'una: o siete costruttivi oppure c'è tanto spazio al mondo!

giovedì 12 ottobre 2017

Stupore!

Cantami, oh Aristotele, della divina meraviglia!

"Πάντες ἄνθρωποι τοῦ εἰδέναι ὀρέγονταιφύσει. σημεῖον δ' ἡ τῶν αἰσθήσεων ἀγάπησις·καὶ γὰρ χωρὶς τῆς χρείας ἀγαπῶνται δι'αὑτάς, καὶ μάλιστα τῶν ἄλλων ἡ διὰ τῶνὀμμάτων. οὐ γὰρ μόνον ἵνα πράττωμεν ἀλλὰκαὶ μηθὲν μέλλοντες πράττειν τὸ ὁρᾶναἱρούμεθα ἀντὶ πάντων ὡς εἰπεῖν τῶν ἄλλων.αἴτιον δ' ὅτι μάλιστα ποιεῖ γνωρίζειν ἡμᾶςαὕτη τῶν αἰσθήσεων καὶ πολλὰς δηλοῖδιαφοράς. φύσει μὲν οὖν αἴσθησιν ἔχονταγίγνεται τὰ ζῷα, ἐκ δὲ ταύτης τοῖς μὲν αὐτῶνοὐκ ἐγγίγνεται μνήμη, τοῖς δ' ἐγγίγνεται. καὶδιὰ τοῦτο ταῦτα φρονιμώτερα καὶμαθητικώτερα τῶν μὴ δυναμένωνμνημονεύειν ἐστί, φρόνιμα μὲν ἄνευ τοῦμανθάνειν ὅσα μὴ δύναται τῶν ψόφωνἀκούειν (οἷον μέλιττα κἂν εἴ τι τοιοῦτον ἄλλογένος ζῴων ἔστι), μανθάνει δ' ὅσα πρὸς τῇμνήμῃ καὶ ταύτην ἔχει τὴν αἴσθησιν. τὰ μὲνοὖν ἄλλα ταῖς φαντασίαις ζῇ καὶ ταῖςμνήμαις, ἐμπειρίας δὲ μετέχει μικρόν· τὸ δὲτῶν ἀνθρώπων γένος καὶ τέχνῃ καὶλογισμοῖς"

(Aristotele)

lunedì 9 ottobre 2017

Dictatus Papae


Il seguente meme, autoprodotto, sintetizza bene una parte del senso delle 27 proposizioni di Papa Gregorio VII.


(url: https://drive.google.com/file/d/0B_WGbuZ0sJHSM29FdjZHSG1aMmM/view?usp=sharing)

domenica 8 ottobre 2017

sabato 7 ottobre 2017

Amleto

Essere o non essere, questo, oh Parmenide, è il rio destino di noi comuni mortali ...


giovedì 5 ottobre 2017

De brevitate vitae

" La maggior parte dei mortali, o Paolino, si lagna per la cattiveria della natura, perché siamo messi al mondo per un esiguo periodo di tempo, perché questi periodi di tempo a noi concessi trascorrono così velocemente, così in fretta che, tranne pochissimi, la vita abbandoni gli altri nello stesso sorgere della vita. Né di tale calamità, comune a tutti, come credono, si lamentò solo la folla e il dissennato popolino; questo stato d’animo suscitò le lamentele anche di personaggi famosi. Da qui deriva la famosa esclamazione del più illustre dei medici, che la vita è breve, l’arte lunga; di qui la contesa, poco decorosa per un saggio, dell’esigente Aristotele con la natura delle cose, perché essa è stata tanto benevola nei confronti degli animali, che possono vivere cinque o dieci generazioni, ed invece ha concesso un tempo tanto più breve all’uomo, nato a tante e così grandi cose. Noi non disponiamo di poco tempo, ma ne abbiamo perduto molto. La vita è lunga abbastanza e ci è stata data con larghezza per la realizzazione delle più grandi imprese, se fosse impiegata tutta con diligenza; ma quando essa trascorre nello spreco e nell’indifferenza, quando non viene spesa per nulla di buono, spinti alla fine dall’estrema necessità, ci accorgiamo che essa è passata e non ci siamo accorti del suo trascorrere"

(Seneca)


(url: http://www.shakespeareinitaly.it/seneca.jpg)

martedì 3 ottobre 2017

Cosa diceva il bue angelico agli studenti


Consigli di un santo per avere una buona cultura (oggi la si chiamerebbe 'competenza').

Mio caro Giovanni, mi hai chiesto come fare per acquisire un ricco bagaglio culturale. Ecco i miei consigli.
1. Non tuffarti a capofitto nel mare del sapere ma cerca di arrivarci lungo corsi d’acqua secondari. È cosa saggia lavorare in crescendo, dalle cose più facili alle più difficili. Questo è il mio consiglio, e tu faresti bene a seguirlo.
2. Sii lento a parlare…
3. Da’ grande importanza a una buona coscienza.
4. Non trascurare mai i momenti di preghiera.
5. Mostrati amabile con tutti.
6. Non mettere mai il naso negli affari altrui.
7. Non entrare in troppa familiarità con nessuno, perché la familiarità genera disprezzo e offre un pretesto per trascurare il lavoro serio.
8. Non sciupare tempo in chiacchiere inutili.
9. Cerca di seguire le orme degli uomini onesti e santi.
10. Non badare tanto a chi parla, ma accumula nella mente quanto di utile egli dica.
11. Assicurati di aver ben compreso quanto leggi o ascolti.
12. Chiarisci i punti dubbi.
13. Fa’ del tuo meglio per riporre tutto quello che puoi nella piccola libreria della tua mente…
14. Non preoccuparti di cose al di fuori della tua competenza. Se seguirai alla lettera i miei consigli raggiungerai la meta desiderata. Addio.
(san Tommaso d’Aquino, 1270).


(url imamgine e testo: https://i0.wp.com/1ywpi925eu8i25ne6noy0131.wpengine.netdna-cdn.com/wp-content/uploads/2013/09/aquinas.jpg?quality=100&strip=all)

domenica 1 ottobre 2017

Paperino filosofo

Paperino, o Diogene



(url: http://i0.wp.com/www.philodoxa.it/wp-content/uploads/2016/05/paperino_diogene-1024x594.png?resize=1024%2C594)